GIULIANO PALMA &THE BLUEBEATERS

bluebeaters
19/07/2008 21:30
19/07/2008 23:30
LIVE-ON Fortezza da Basso / Firenze
Ingresso: 
Posto unico ingresso euro 10 + d.p.

Torino1993. 
I Fratelli di Soledad vogliono Giuliano Palma per cantare dal vivo “Colsangue agli occhi”, brano tratto dal loro album “Gridalo forte”. Pareva chedovesse andare così: un solo brano e un solo concerto e invece era solol’inizio. 

L’idea di una live band, di un supergruppo formato da amiciappassionati di rocksteady giamaicano e soul americano nasce da qui: “Ciguardiamo in faccia e cominciamo a suonare la colonna sonora di “The HarderThey Come”, poi “Redemption Song”, "54-46" di Toots, ma anche"Love is the Law" degli stessi Casino Royale”, raccontava il gruppoqualche anno fa. 
Il nome che si scelgono è un aperto omaggio alla musicagiamaicana degli Anni ’60, il “bluebeat”. 

I Bluebeaters non solo suonanoclassici dello ska ma riarrangiano anche brani commerciali con la stessadisinvoltura: “Do You Believe In Love” di Cher è riuscita talmente bene da averfatto sorgere il dubbio che si trattasse di un brano originale del gruppo. Sonosoprattutto una live band: il tour invernale del 1998 registra 20 mila presenzein 20 date e suggerisce al gruppo l’idea di registrare il primo album. “Gliamici, i parenti, la gente che veniva ai concerti, tutti continuavano achiederci cassette, cd dei nostri pezzi. Il suono, la pasta, erano pronte. Ilgroove girava bene. Così abbiamo pensato che era arrivato il momento di fare ildisco”, dicevano i Bluebeaters nell’estate del 1999, nei giorni dell’uscita di“The Album”. 
Il 9 settembre 1999 esce il primo disco dei Bluebeaters, unasequenza mozzafiato di cover suonate rigorosamente live in studio in stileska/rocksteady: “See You Tonite” di Gene Simmons, “Wonderful Life” di Black,“Believe” di Cher, "I Don't Know Why I Love You (But I Do)" diClarence "Frogman" Henry, "Stop Making Love" dei Four Tops,"World's Fair" degli Skatalites, "Coming In From The Cold"di Bob Marley, una versione in inglese di "Grande Grande Grande" diMina, vecchi brani giamaicani Anni 60 come “How many times”, “I don’t want tosee you cry”, “There's a reward” o “Tell me now”, hit reggae Anni 70 come“Desperate lover” e “Let him try”. 
I Bluebeaters decidono di rischiare evendono “The Album” esclusivamente attraverso il loro sito internetwww.thebluebeateaters.com, una scelta coraggiosa quella di svincolarsi dalleregole classiche della distribuzione discografica che li premia con ben 12 milacopie vendute. 
Dopo un accordo con l’etichetta discografica V2 il disco vieneristampato. Due brani nuovi, “Domani” e “Che cosa c’è”, due classici di GinoPaoli: “Ho ascoltato parecchio “The Album” e fin da subito mi è piaciuto illoro stile. Mi è piaciuto perché è preciso, perché i Bluebeaters non deformanoquello che reinterpretano quando fanno le cover di altri. Non cercano dicambiare gli accordi, ma riescono, nonostante questa fedeltà all’originale, amodellare i brani, facendoli diventare propri, semplicemente seguendo il lorostile. È soprattutto per questo che si è deciso di fare il passo successivo erealizzare questa collaborazione con Giuliano e i Bluebeaters”. 
Risultato: 30mila copie vendute e un tour sold out in tutte le date che l’anno successivoviene celebrato con un bootleg ufficiale, “Wonderful Live”. Registrato sucassette analogiche per conservare il suono “root” del gruppo l’album raccogliatutte le canzoni più rappresentative del repertorio dei Bluebeaters ovveroalcune già presenti in “The Album” con l’aggiunta di altre cover version inpuro stile Bluebeaters. 
Il 30 settembre 2005 esce “Long Playing”, 22 cover cheraccontano le passioni musicali di Giuliano Palma & The Bluebeaters.
Giuliano ce lo presenta così: “All’inizio volevamo intitolarlo ‘Rock And Roll’perché più di una canzone arriva dalla scena rock e questa è una novitàrispetto a ‘The Album’ in cui il genere era rappresentato solo dal pezzo diGene Simmons, ‘See You Tonite’. Qui invece ci sono i Pretenders con ‘Back OnThe Chain Gang’, Joe Strummer pre Clash con ‘Sweet Revenge’, poi ‘Jump’ dei VanHalen, ‘You're My Best Friend’ dei Queen... 
Poi però il titolo è diventato‘Long Playing’ perché ci sono ben 22 tracce, anche se lo spirito rock and rollrimane perché in fondo è come siamo noi: soprattutto in tour diventiamoveramente selvaggi, un po’ zingari, la passione rende non essenziale tutto ilresto e rimane solo la musica e l’energia galvanizzante che ci trasmette. Credoche tutto questo sia finito nel disco: era importante per me che i branifossero tanti e fossero quelli che in quel momento mi ispiravano di più. È undisco che arriva dalla voglia di musica, in primo luogo la nostra, quella ditutti i Bluebeaters”. 
Il successo è sancito con l’uscita di “Come le Viole” (7luglio 2006) terzo e ultimo singolo. Il brano, che non era contenutonell’album, verrà messo in vendita come cd singolo e in una nuova versionedoppia di “Long Playing” che conterrà sia il cd album che il cd singolo. 
Conquesta ulteriore uscita “Long Playing” si conferma un album bello, solare eballabile nella migliore tradizione dei Bluebeaters. Le 22 traccie in essocontenute, tra cui il primo singolo “Messico e Nuvole” e “Keep On Running”,secondo singolo estratto dall’album, sono un vero concentrato di energia eoriginalità a conferma dello stile unico ed inconfondibile della band. 
E aconfermare tutto ciò ci sono le oltre 38.000 copie vendute! 
Da marzo 2006 c’èuna novità nella line up, Bunna lascia i Bluebeaters per lavorare su un nuovodisco e tour degli Africa Unite, la sua storica band, e lascia il posto aSheldon Gregg, bassista giamaicano di New York proveniente, tra le altre band,da New York Ska Jazz Ensemble. 
Giuliano Palma & The Bluebeaters sono almomento impegnati al Transeuropa di Torino, studio di Carlo Rossi, per laregistrazione del loro nuovo, attesissimo album, la cui uscita è prevista insettembre. 
Viste le numerose richieste da parte dei promoter di tutta Italia,il tour continuerà anche questa estate. Lo spettacolo che ha avuto unincredibile successo e che ha visto quasi tutte le tappe sold out verràriproposto con qualche nuovo brano tratto dall’album che uscirà a settembre.

2008 - 2013 © Copyright Le Nozze di Figaro | Musica Spettacoli Eventi  - All Rights Reserved.
Sede legale: LE NOZZE DI FIGARO S.r.l. | Via Del Ponte di Mezzo, 30 | 50127 Firenze | P.IVA 04220150488

 

Assomusica Mail TicketAeroporto di FirenzePubliacqua